Il 29 novembre è la data ultima per presentare alla Fondazione Enpam la domanda di finanziamento (fino all’80%) per l'acquisto di un'abitazione o di un ambulatorio. Possono far domanda tutti gli iscritti Enpam da almeno due anni, in regola con il pagamento dei contributi. Due i tassi applicati: 2,9% a chi ha più di 45 anni, mentre per coloro che non li hanno ancora compiuti il tasso scende al 2,5%.

I sanitari al di sotto dei 35 anni hanno facilitazioni soprattutto nell'accesso al finanziamento: ai titolari di partita IVA e che aderiscono al regime fiscale agevolato basterà avere ottenuto un reddito annuo medio per gli ultimi tre anni superiore a 20 mila euro. E per la verifica del reddito potranno scegliere tra il reddito dell'intero nucleo familiare dichiarato ai fini Irpef nei due o tre anni precedenti al 2019, o il reddito personale dello scorso anno. Nel caso degli iscritti con età inferiore a 45 anni e per i medici specializzandi ed i corsisti in medicina generale di qualsiasi età la soglia di reddito si alza a 24 mila euro. Agli iscritti con meno di 35 anni basterà avere ottenuto un reddito annuo medio, per gli ultimi tre anni superiore a 20 mila euro. Tutte le richieste potranno essere presentate on-line dal sito www.enpam.it (dove è pubblicato anche il regolamento del bando). La Fondazione comunicherà l'esito entro sessanta giorni dal ricevimento della domanda completa.

Una volta concluso l'iter, gli atti notarili per la concessione del mutuo saranno rogitati a Roma presso la sede della fondazione, in Piazza Vittorio Emanuele. In casi straordinari, la cui motivazione deve essere attestata dall'Ordine di appartenenza, l’Enpam potrà accordare una sede diversa per la stipula.