Continuano a pervenire dal territorio segnalazioni riguardanti la consegna di certificati medici cartacei attestanti la gravidanza o l’interruzione della stessa.
 
Con la presente si vuole ricordare che l’art. 21 del decreto legislativo n. 151/2001 (T.U. maternità/paternità), modificato dal decreto legislativo 26 agosto 2016, n. 179 (Codice dell’Amministrazione Digitale) demanda all’INPS la definizione delle modalità di trasmissione telematica del certificato medico di gravidanza e del certificato medico di interruzione della gravidanza, da attuarsi mediante l’utilizzo dei servizi resi disponibili dall'Istituto stesso.
 
Con circolare INPS n. 82 del 04 maggio 2017 (in allegato) è stato previsto un periodo transitorio di tre mesi dalla data di pubblicazione della stessa.
Da circa un anno e mezzo pertanto la trasmissione del certificato in oggetto deve avvenire necessariamente in via telematica.

circolare